Sportello di conciliazione

La mediazione è una modalità di gestione delle controversie tra le parti, regolata dalla legge, volta ad individuare un accordo amichevole e soddisfacente per entrambe attraverso l’intervento di una terza persona neutrale: il mediatore.

La mediazione è obbligatoria dal 21 Marzo 2011 nelle controversie che riguardano le seguenti materie: diritti reali (distanze nelle costruzioni, usufrutto e servitù di passaggio ecc.), divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento danni da responsabilità medica e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari. La mediazione obbligatoria è stata differita al 20 marzo 2012 per le controversie in materia di condominio e risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti.

La mediazione può anche essere un procedimento facoltativo, se scelto dalle parti volontariamente, o demandato dal giudice a cui le parti si sono precedentemente rivolte. Adotta come principale strategia quella di aiutare le parti a ricercare attivamente un accordo per dirimere la controversia, evitando che la lite si complichi con inutile dispendio di risorse temporali ed economiche.

In questa realtà, la D’Andrea Immobili ritiene conveniente la mediazione per almeno 4 buoni motivi:

  1. RAPIDITÀ: dalla richiesta di mediazione, la procedura si completa entro 90 giorni e porta le parti a risolvere la controversia al massimo in 120 giorni.
  2. ECONOMICITÀ: la mediazione è più economica rispetto alla normale “causa” presso il Tribunale;
  3. RECIPROCA SODDISFAZIONE: con il risultato della mediazione le parti sono soddisfatte dal comune risultato raggiunto nelle fasi di negoziazione.
  4. RIMBORSO FISCALE “CREDITO D’ IMPOSTA”: i compensi per la mediazione sono rimborsabili fino a 500,00 euro come credito d’imposta.

Per le ragioni illustrate, la D’Andrea Immobili ha attivato presso la sua sede uno Sportello di Conciliazione affiliato I.NA.C. - Istituto Nazione per la Conciliazione - per offrire alla propria clientela assistenza per l’attività di conciliazione sulle seguenti principali materie:

  • Diritti reali
  • Divisione
  • Condominio
  • Successioni ereditarie
  • Locazione
  • Comodato
  • Affitto di Aziende
  • Patti di famiglia
  • Contratti finanziari

Normativa di riferimento sulla mediazione:

  • Decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28. Recante: Attuazione dell'articolo 60 della legge 18 giugno 2009, n.69, in materia di mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali.
  • Decreto 18 ottobre 2010, n. 180. Regolamento recante la determinazione dei criteri e delle modalità di iscrizione e tenuta del registro degli organismi di mediazione e dell’elenco dei formatori per la mediazione, nonché l’approvazione delle indennità spettanti agli organismi, ai sensi dell’articolo 16 del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28.
  • Decreto 6 luglio 2011 n. 145. Regolamento recante modifica al decreto del Ministro della giustizia 18 ottobre 2010, n.180, sulla determinazione dei criteri e delle modalità di iscrizione e tenuta del registro degli organismi di mediazione e dell’elenco dei formatori per la mediazione, nonché sull’approvazione delle indennità spettanti agli organismi, ai sensi dell’articolo 16 del decreto legislativo n. 28 del 2010.
Ti trovi in Servizi Sportello di Conciliazione

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici per il corretto funzionamento. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.

Cliccando sul pulsante presti il consenso all’uso di tutti i cookie.